Bonus Casa 2020 Ristrutturazioni

BONUS CASA 2020: come utilizzare gli incentivi e risparmiare

Il testo definitivo della legge di bilancio 2020 (Legge n. 160 del 27/12/2019 pubblicata in GU n. 304 del 30/12/2019 ) è entrato ufficialmente in vigore dal 1° gennaio 2020 e alcune detrazioni del “bonus casa” sono state prorogate.
Se stai pensando di iniziare dei lavori di ristrutturazione e di riqualificazione della tua abitazione, leggi questo articolo e scopri come puoi risparmiare. Di seguito trovi l’elenco delle detrazioni in vigore, con una breve descrizione del loro ambito di intervento e delle modalità di applicazione.

Bonus ristrutturazioni 2020: riguardante le detrazioni irpef applicate con un’aliquota pari al 50% su un massimo di spesa pari a 96.000 euro.
Se stai pensando di eseguire lavori di restauro, risanamento conservativo o ristrutturazione edilizia, devi sapere che utilizzando questo bonus puoi recuperare fino al 50% del tuo investimento in 10 anni.

Bonus mobili: questo tipo di agevolazione è collegata al Bonus ristrutturazione in quanto spetta solo a chi ha eseguito interventi di ristrutturazione prima dell’acquisto di arredi o di grandi elettrodomestici in classe A+.
Mediante questo bonus potrai recuperare fino a un massimo di spesa di 10.000 euro per arredare, la tua abitazione ristrutturata, con nuovi mobili o elettrodomestici di ultima generazione.

Ecobonus 2020 – 2021: sono confermati anche gli incentivi riservati a chi esegue interventi di risparmio energetico e di riqualificazione energetica degli edifici.
Potrai migliorare il comfort della tua casa recuperando fino al 50% delle spese sostenute in 10 anni, per un massimo di spesa pari a 100.000 euro.

Di seguito viene riportata una tabella riassuntiva riguardante gli interventi che consentono la detrazione del 65% e del 50% dell’importo. Tra gli ambiti di applicazione del bonus, oltre alle singole abitazioni, compaiono anche le parti comuni degli edifici condominiali soggetti a interventi di riqualificazione energetica.

Se hai intenzione di eseguire qualche intervento sulla tua casa, ma dubiti che possa essere incluso nella suddetta lista, ti consiglio di farti guidare da un esperto.
Oltre alle spese che riguardano i lavori, è possibile detrarre anche le spese relative al progetto e quelle amministrative. Per non incappare in qualche errore nella presentazione della pratica, che potrebbe farti sfuggire tutte le agevolazioni, affidati a professionisti qualificati.

Sismabonus 2021: è confermata anche questo tipo di detrazione, una tra le più convenienti, con aliquote che variano dal 70% al 85%. Applicabile a lavori di messa in sicurezza e di consolidamento strutturale di edifici esistenti che garantiscono un miglioramento di almeno una classe di rischio sismico.
Questo incentivo viene applicato nei comuni in zona sismica 1,2 e 3 e viene dilazionato in 5 anni, anziché in 10, a differenza della maggior parte degli altri bonus.
Anche se hai acquistato una casa ricostruita dopo la demolizione di un vecchio edificio puoi usufruire di questo incentivo.

Le detrazioni fiscali sono delle opportunità da utilizzare se hai in programma interventi di ristrutturazione, riqualificazione energetica o se vuoi investire su elettrodomestici più efficienti.
Per maggiori informazioni o per sottoporre un possibile caso di applicazione di uno dei bonus descritti rivolgiti ai nostri esperti. Loro sapranno come aiutarti e come rispondere a tutte le tue domande.

Desideri avere maggiori informazioni? Contattaci subito!